T’ho sognato di Gilberto Antonioli

14.06.2014 15:00

t’ho sognato per averti vicino
e disegnarti come foglia sul prato
ho raccolto il tuo sguardo e le gote
mentre un’onda si slanciava vibrando

e vedevo quegli occhi parlanti 
e l’invito da essi e il piacere

ti ho spogliato e sentendoti mia
ho chiamato l’azzurro e la soglia:
non era un lamento il tuo si
ma soltanto un desiderio voluto