Gente ... qualunque di Otello Semiti

25.05.2014 00:07

Svegliate il mio popolo
dal triste torpore,voi che
scrivete di cose ,di amore,
di morte,di dolore,di stelle,
di nuvole tese,di mari,monti,
eterne distese di sogni,voi
maledetti poeti perduti
in mille misteri.
Svegliate il mio popolo
dal dolce torpore che un 
demone assurdo ha mischiato
nel cuore,il denaro beffardo
è la sua dose,il mezzo veloce
per andare a morire.
Svegliate il mio popolo scrivendo
del giusto,ormai dei fasulli son
piene le righe.
Svegliate il mio popolo,insieme
andate,aquiloni nel tempo
nuovi colori portate.