Destino di Stefano Capasso

04.06.2014 20:52

Si, e' proprio vero che al Destino
non si può evitare
di aver già in mano
ben tracciato il nostro cammino,
perché come un'Edera, oltre ogni ragione,
a Noi resta appiccicata di continuo.
Puoi anche rifugiarti sulle Nuvole,
e poi nasconderti nell'immensita del Cielo,
e giù ridiscendere veloce,semmai scoperto,
oppure confondergli le Idee,
correndo a perdifiato
per vicoli stretti e dedali intrigati
a molti sconosciuti,
perché , ahimè ,mai il Destino
riusciremmo a seminar per strada,
nemmeno con una corsa furibonda.
Così, delusi ed alquanto rassegnati
scopriamo che e' sempre 
in mezzo a NOI seduto,
tra passato e futuro incerto ed angosciante.
Come un Pittore esperto e navigato
dipinge poco a poco
il quadro della nostra Vita. 
Conoscendo già pero' in anticipo
dove posare il suo pennello 
per poter alla fine apporre in calce
il suo sigillo.
Ed anche se lo metti in croce,
per farti anticipare, solo per gioco,
anche poco di quello che succedera in futuro,
allora cessa di colpo di essere loquace,
perche in un silenzio religioso
muto resta, invece.
Percio' qualsiasi domanda gli rivolgerai,
volutamente Risposte Certe, 
non ne dara' mai.