Amare onde di Grazia Tagliente

03.06.2014 02:31

 In memoria di tutti i migranti vittime del mare -

Onde, arduo ponte per ricco mondo
Onde materne che abbracciano
Onde matrigne che respingono
Onde assassine che affogano.
Da maroso blu s’alza nel buio 
Greve lamento di terrore
E dolore, tanto dolore.
E tutto è stretto abbraccio 
Di nenie e lacrime salate
Corale grido che lesto s’espande 
Per correnti e aria sorda.
Crolla il sospirato ponte 
Nelle fameliche fauci dell’orrore
Tra indifferenze e gelide distanze
La parte sazia del mondo 
Sponde alla vita ha alzato
Povertà e fame ha ignorato,
Ogni cosa negli abissi è così sprofondata
Tra egotismo e mille flutti infuriati. 
Sul quieto molo resta solo un faro
Senza fiato né ossute mani
Che misere anime potrebbero consolare,
Troppi sono quei soffi rotti da tempesta nera.
E mentre testimoni stelle e luna imprecano 
Mesto ora quel fanale stende veli 
Aspro rimorso purpureo raccoglie
Per gettare fiori bianchi tra le amare onde.