ACROSTINOMIO (e il nome diviene Poesia) di Grazia Tagliente

21.05.2014 01:49

 

G rande quiete dormiente
R otola stasera ticchettii nel cuore
A ffossa lo scorrere delle ore e
Z ampillar fa di spuma onde agitate
I ncrespando ricordi belli tra pensieri.
A mbiente oscurato
T urbata mezzaluna d’argento
A rrestate corse di stelle
G ela il cielo già cieco e sordo.
L acrime si spingono a setacciare
I lluminate suadenti lettere
E rovescian s’un foglio bianco
N uovi sentiti versi e
T ra lo spazio pulito delle parole
E quivocano sereni orizzonti coi turbamenti.