Grido d'amore di Anna Cappella

16.05.2014 14:46

Raggi di luna
danzano 
nell'ombra della stanza.

Lontano
il suono stridulo di un violino 
accompagna un canto disperato.

Parole scandite da note di pianto
in questa notte senza alba,
quando il sonno è alla deriva,
ogni stella è un tormento, 
ogni pensiero si abbraccia ad un sogno:
s'illude,
si inganna,
rincorre i ricordi.

La tristezza incalza,
si abbandona al pianto che si fa angoscia
e alla disperazione che non dà tregua.
Cerca conforto,
cerca sollievo
nelle tenebre dell'oblio.

E' il grido soffocato 
dell'anima mia.